Marino



FESTE & SAGRE

 

Festa di S. Lucia - 13 Dicembre


Si tratta di una festa antichissima, risalente al medioevo, ed è caratterizzata da una fiera annuale. La festa è collegata alla prima e più antica patrona della città, Santa Lucia, cui era dedicato il principale tempio romanico-gotico del XIII secolo, successivamente sconsacrato per favorire il nuovo centro di culto di San Barnaba. Da circa un decennio questa festa è entrata a far parte del Natale marinese, una serie di manifestazioni artistiche, musicali e culturali organizzate dalla Pro-Loco e dal Comune di Marino che durano circa un mese.

 

Festa di Natale Marinese - Dicembre


Il Natale Marinese inizia de facto l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata Concezione, e si conclude il 6 gennaio, con l'Epifania. Include una serie di eventi importanti: dalla festa compatronale di Santa Lucia (13 dicembre), ai festeggiamenti natalizi e di Capodanno, al Presepe Vivente di Cave di Peperino, alla festa dell'Epifania.

 

Festa della Madonna delle Grazie - Maggio


PROGRAMMA DEI FESTEGGIAMENTI Triduo di preparazione 5 -6-7 - Maggio Ore 18 recita del Santo Rosario e Santa Messa SABATO 7 MAGGIO Ore 9,00 -13,00 apertura “Biblioteca nel Parco”presso il giardino di Borgo Garibaldi spazio dedicato alla lettura per bambini,ragazzi e nonni a cura della Biblioteca comunale. -Pittura Mandala e creta nel parco a cura dell’Associazione “Surya” Ore 10,30 Bimbi a Canestro 10° Torneo di Mini Basket “Madonna delle Grazie” Organizzato dalla Virtus Basket Marino Ore 12,00 L’importante è partecipare Premiazione Squadre vincitrici e partecipanti. Ore 16,00 – 18,00 Apertura stand“Biblioteca nel Parco”presso il giardino di Borgo Garibaldi spazio dedicato alla lettura per bambini,ragazzi e nonni a cura della Biblioteca comunale. Ore 16,30 Per voi giovanissimi: Animazione, giochi ,musica e molto altro……per Bambini. A cura dell’Associazione BUTTERFLY Ore 17,00 Ore 18,00 Nutella Party – Offerta dal Comitato Ore 18,00 7° Edizione “Dettato Marinese” a cura di Vittorio Rufo. Competizione a premi aperta a tutti, dai 6 anni in su. I tre dettati con meno errori verranno premiati con libri offerti dalla libreria VEN.PR.ED .di via C. Battisti 27 Marino Ore 19.00 Esibizione dell’Associazione “ Surya” danza del ventre “Passi nel deserto” danza del ventre di Verdiana Nour e le sue allieve Ore 19,00 Apertura Stand Gastronomico Ore 20,00 Tutti in pista con Stefania e Fabrizio in concerto DOMENICA 8 MAGGIO Ore 9,30 Solenne Processione per le vie del quartiere accompagnata dalla Banda Musicale “Ugolini Ore 11.00 Santa Messa in onore della Madonna delle Grazie Celebrata da Don Adriano Paganelli - Presso la Parrocchia Santa Maria delle Grazie Ore 12,30 Cin,Cin Aperitivo offerto dal Comitato, dal Forno “Marcello”, dalla pizzeria “Kebab”e Ristorante-Pizzeria “Nasone”. Ore 16,00 Esibizione di TANG SOO DO a cura di “Italian Soo Bahk Do” Moo Duk Kwan-Tang Soo Do Federation Ore 17.00 Gara gastronomica a cura del Comitato di quartiere Sarà premiato il miglior primo piatto,un secondo piatto e un dolce Ore 18,00 L’Eleganza della danza Spettacolo a cura dell’Associazione “Emydance”di Marino Ore 19,00 Apertura stand gastronomico Ore 19,45 Premiazione del dettato marinese e premiazione mostra presepi. Ore 20,00 Cantiamo tutti con il Karaoke del GRUPPO BAND LIVE Ore 22,00 Tutti premiati Estrazione LOTTERIA Ore 23,30 Buona notte a all’anno prossimo

 

Festa patronale di S. Barnaba - 11 Giugno


Sarà una festa incentrata sui fiori, l’ambiente e la grande storia quella dedicata quest’anno a San Barnaba Apostolo, patrono di Marino. E’ proprio l’11 giugno, infatti, il giorno che la Chiesa dedica al ricordo dell’apostolo cipriota sodaledi San Paolo. I festeggiamenti in città si protrarranno quest’anno fino a sabato 13 giugno anche in grazie alla coincidenza con il 500esimo anniversario del matrimonio contratto tra la grande poetessa marinese, Vittoria Colonna e il nobile Ferrante D’Avalos, iniziativa intitolata “I fiori delle nozze” promossa dall’associazione Arte e Costumi marinesi assieme alla Pro Loco S. Alessandro di Ischia

 

Sagra dell'Uva - Prima domenica di Ottobre


La festa è nata per festeggiare l'inizio della vendemmia, il ritorno vittorioso di Marcantonio Colonna dalla battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571 e il ricordo della Madonna protettrice del nobile Colonna e di tutta la città. Si svolge durante il primo week-end del mese di ottobre e salvo piccole varianti, generalmente il programma della Sagra dell'Uva si mantiene invariato nella sostanza. In genere la festa inizia nel pomeriggio del venerdì, proseguendo nel sabato animata da mostra al Museo Civico Umberto Mastroianni, convegni e passaggi dei gruppi bandistici. Nel pomeriggio del sabato, una piccola avanguardia di figuranti in costume cinquecentesco annuncia dalla loggia di Palazzo Colonna la vittoria di Marcantonio Colonna nella Battaglia di Lepanto. Ma è la domenica che si concentra il fulcro della festa, in tre momenti ben definiti: Processione religiosa: dopo una solenne funzione nella Basilica di San Barnaba, generalmente presieduta dal Vescovo di Albano Laziale, si snoda per le vie del centro una processione durante la quale i membri della Confraternita del Santissimo Rosario portano a spalla la pesante statua della Vergine del Rosario: il giro si conclude in Piazza San Barnaba, con la Supplica alla Madonna di Pompei e l'offerta alla Vergine di prodotti tipici; Corteo storico: nel primo pomeriggio, si rievoca l'ingresso di Marcantonio Colonna vincitore di Lepanto a Marino, avvenuto storicamente il 4 novembre 1571. Il corteo è diviso inizialmente in due tronconi: uno, con partenza in Villa Desideri, composto da Marcantonio (generalmente interpretato da un attore famoso), dai suoi ufficiali e soldati e dai prigionieri turchi; l'altro, con partenza da Palazzo Colonna composto invece dalla consorte di Marcantonio, Felice Orsini (anch'essa in genere famosa attrice) e dal lungo codazzo di nobili e autorità in costume, con in fondo il popolo. I due tronconi si ricongiungono in Piazza Matteotti, dopo aver percorso i due Corsi, e sfilano nel centro per poi rientrare in Palazzo Colonna; Miracolo delle fontane che danno vino: Terminato il corteo, le cisterne delle principali fontane del centro vengono svuotate dell'acqua e riempite col vino (ecco il segreto del "miracolo"!) e parte la distribuzione di uva e vino, accompagnata dal passaggio di carretti a vino e carri allegorici.