wine_castelli_romani

scarica la news letter

Più visibilità alla tua azienda,compila il nostro modulo, ed aiutiamo insieme UNICEFed AMREF

Cenni storici-Nemi

stemma_nemi

La città di Nemi, la più piccola dei Castelli Romani, sorge sul lago omonimo intorno al quale si sviluppava, ed è presente tutt'ora, il bosco (dal latino nemus) sacro della dea Diana. Lì era stato eretto, nel 500 a.C., un santuario in onore della dea dei boschi, i cui resti sono ancora visibili in località Giardino. Nel lago sono state trovate, intorno agli anni trenta, due navi fatte costruire in età imperiale da Caligola, di cui oggi si possono visitare i modelli in scala presso il museo di Nemi, visto che gli originali furono distrutti da un incendio, di probabile origine dolosa, ad opera delle truppe tedesche in ritirata. Le navi, di dimensioni molto grosse e con la chiglia piatta, si presume che non venissero utilizzate per la navigazione, ma che servissero per i festeggiamenti in onore della dea Diana. Erano arredate con grandi sovrastrutture murarie ed impreziosite di bronzi, marmi ed altri materiali pregiati. Numerosi di questi reperti sfuggirono ai saccheggi che si susseguirono negli anni e sono fortunatamente visitabili nel museo presso le rive del lago. La cittadina, di fattezze medioevali, è sovrastata dal Castello Ruspoli, che venne edificato ad opera dei Conti di Tuscolo nel XII secolo, anche se oggi è notevolmente modificato rispetto all'originale. La chiesa del Santissimo Crocifisso, così chiamata per via di un crocifisso in legno che si trova all'interno scolpito da un francescano nel XVII secolo, è situata sulla strada che porta a Genzano di Roma ed è orientata con la facciata verso il castello. Da visitare anche la chiesa di Santa Maria dell'Assunta, risalente al XVIII secolo, che ha al suo interno un trittico molto particolare realizzato da Antoniazzo Romano. Il lago su cui sorge la cittadina è di origine vulcanica, circondato da boschi, e vi si respira un'aria di antica tranquillità. Le coltivazioni di fiori nella vallata sottostante riforniscono costantemente i fiorai di tutta Europa e consentono agli abilissimi fioristi nemesi di creare composizioni di grande bellezza.

 

News