wine_castelli_romani

scarica la news letter

Più visibilità alla tua azienda,compila il nostro modulo, ed aiutiamo insieme UNICEFed AMREF

Cenni storici-Frascati

stemma_frascati

Frascati è sicuramente il centro più importante e rinomato di tutti i Castelli Romani. Il suo nome deriva dalle "frasche", i rami d'albero che coprivano le povere abitazioni molto simili a capanne. Sorge sulle rovine di Tusculum, antica città latina risalente al IX secolo a.C. e distrutta nel 1191; da allora i romani la elessero luogo di villeggiatura costruendovi numerose ville. Del passato altomedioevale di Frascati si ha una scarsissima documentazione: probabilmente il borgo riuscì a mantenersi in vita grazie all'attività di un monastero benedettino, che assolse funzioni culturali ed economiche. Frascati comincia ad accrescere la propria importanza a partire dal XIII secolo; la cittadina cambiò più volte di proprietà: vi si insediarono, in vari tempi, più volte i Colonna, poi in seguito la Camera Apostolica, il cardinale Guglielmo d´Estouteville, Lucrezia Borgia, Lucrezia della Rovere, Marcantonio Colonna che la fornì di uno statuto nel 1515, e la famiglia Farnese. Dal 1559 in poi iniziò un periodo glorioso per la cittadina: le famiglie gentilizie romane la scelsero per la costruzione delle loro ville suburbane. Altra svolta decisiva per la vita della cittadina fu la costruzione della ferrovia nel 1856; con l´avvento della ferrovia, il popolo romano aveva modo di recarsi a Frascati e tornare in una sola giornata, dopo aver gustato generosi pranzi e il celebre vino coltivato fin dall´epoca dei romani. L´ultimo treno che riportava i romani alle proprie abitazioni veniva detto il "treno tropéa" che in dialetto significa sbornia. Dell'antica storia di Frascati si possono ammirare le rovine di Tusculum, la via dei Sepolcri, sulla quale si può osservare i resti del sepolcro del console Viciniano, della cisterna, dell'anfiteatro e del teatro del II secolo a.C. Sul Tuscolo il passato romano convive con la storia più recente; attrattiva principale del luogo sono sicuramente le lussuose ville sorte tra il XVI e il XVII secolo, ad opera delle più illustri famiglie romane, spesso imparentate con il papato. Villa Aldobrandini domina la piazza principale e insieme a villa Torlonia, detta anche la Rufinella, è l'unica aperta al pubblico. Le altre appartengono a privati e quindi non si possono visitare, se non in occasione di particolari eventi: tra queste citiamo villa Tuscolana, trasformata in un lussuoso albergo, villa Falconieri, o La Rufina, villa Lancellotti, villa Muti, villa Grazioli, e poi sulla strada che porta a Monteporzio Catone villa Mondragone. Da vedere inoltre la chiesa di Santa Maria in Vivaro del IX secolo, rimaneggiata nel XIII e nel XV secolo, la cattedrale anch'essa barocca, il Palazzo Episcopale del XV secolo corrispondente all'antica rocca fortificata, la chiesa del Gesù, Palazzo Micara ed infine il Palazzo del Municipio. La gradevolezza del clima, l'estesa visione della capitale offerta dalle ampie terrazze panoramiche, l'antichissima produzione di vini D.O.C. e la rinomata cultura gastronomica fanno di Frascati il centro dei Castelli Romani più frequentato dalla cittadinanza romana.

 

News