wine_castelli_romani

scarica la news letter

Più visibilità alla tua azienda,compila il nostro modulo, ed aiutiamo insieme UNICEFed AMREF

Cenni storici-Ariccia

stemma_ariccia

L'antica "Ariccia", una delle città più importanti della lega latina, si trova nella zona vulcanica dei Colli Albani, all'interno della conca craterica della Valle Ariccia. La città, fondata da Archiloco Siculo, in epoca antichissima, si spostò sui colli sovrastanti la valle, divenendo il centro più importante al di fuori di Roma, lungo la Via Appia. Il centro odierno fu costruito dai cittadini per difendersi dalle incursioni dei barbari, che comunque la saccheggiarono e finirono per distruggerla, costringendo gli abitanti a trasferirsi nell'antica acropoli per formare una nuova comunità. Durante tutto il medioevo (e oltre) la giurisdizione di Ariccia fu affidata, in alternanza, a varie famiglie romane, nonché alla Santa Sede. Tra le famiglie più importanti che dominarono la cittadina ricordiamo i Conti di Tuscolo, i Malabranca, i Savelli, i Chigi, casata del pontefice Alessandro VII. Il Papa entusiasta del nuovo stile barocco in voga, affidò a Gian Lorenzo Bernini, che si avvalse di valenti collaboratori come Carlo Fontana, il radicale rinnovamento urbanistico e architettonico, che ha fatto di Ariccia un modello unico di armonia. A lui si devono la piazza di Corte, sulla quale si affacciano il Palazzo Chigi, che originariamente era una torre del XII secolo eretta a scopi difensivi, e la chiesa dell' Assunta, edificio che richiama per motivi architettonici il Pantheon di Roma e che reca al suo interno preziose opere d'arte. Sempre ad opera del Bernini, è stato restaurato il santuario di Santa Maria di Galloro, situato a circa due chilometri dalla cittadina; esso è legato ad un evento miracoloso, ricordato da un grosso masso di peperino con dipinta un' immagine della Madonna, datata al X secolo. Di notevole bellezza è inoltre il Parco Chigi, vera e propria oasi botanica; si tratta infatti dell' unico esempio nella zona in cui sono presenti tipi di vegetazione, altrove scomparsi e caratteristici delle epoche passate, e alcune coppie di daini. Ariccia oggi è considerata luogo molto frequentato, ma al turismo affianca una rinomata viticoltura e una fiorente industria enologica.

 

News